Il cuore della scuola

Giornalino scolastico – IC Lacchiarella – Zibido San Giacomo – in collaborazione con ABC musica

Siamo soli nell’universo?

Written By: editor03 - Mar• 23•17

Da sempre l’uomo fantastica sull’universo e sui suoi segreti. I filosofi si sono posti per anni la domanda per antonomasia: “Siamo soli nell’universo?”

Oggi finalmente potremmo essere più vicini ad ottenere una risposta. Un team di scienziati ha scoperto un sistema solare distante da noi 40 anni luce, denominato TRAPPIST-1 (dal nome del telescipio con cui è stato osservato), in cui sono presenti sette esopianeti con una conformazione simile alla Terra.

Tre di essi sono nella cosiddetta “Fascia di abitabilità”, ovvero potrebbero presentare acqua allo stato liquido. Se così fosse, c’è la possibilità che su questi pianeti esista la vita. Le chance che ci siano forme di vita intelligenti in grado di comunicare sono ancora inferiori, ma non bisogna perdere la speranza.

La stella, una nana rossa, è poco luminosa e ha una piccola massa, quindi i pianeti sono molto ravvicinati. Se fossimo sulla superficie di uno di essi potremmo vedere chiaramente gli altri sei, all’incirca delle dimensione della Luna vista dalla Terra, se non più grandi.

Inoltre, i pianeti del sistema Trappist-1, impiegano pochissimo tempo a percorrere un’orbita completa intorno alla loro stella. In particolare sei dei pianeti impiegano fra 1,5 e 12,4 giorni, mentre il periodo orbitale del pianeta più lontano è stimato di 20 giorni, anche se un “anno” non ha mai una lunghezza definita perchè si “trascinano” e si “spingono” a vicenda

I giorni sono molto lunghi, anzi, quasi eterni, perché è molto probabile che i sette pianeti siano in rotazione sincrona, il che significa che un lato di ciascun pianeta è sempre rivolto verso la stella e l’altro è sempre al buio. Per questo si è aperto un dibattito sulla possibilià o meno che un pianeta in rotazione sincrona possa ospitare la vita. Secondo alcuni modelli, se l’atmosfera del pianeta fosse in grado di uniformare il calore su tutta la superficie, allora la vita potrebbe ancora trovare posto.

A. Fresia ed E. Mangiameli II H

Tutti pazzi per WhatsApp

Written By: editor02 - Mar• 06•17

WhatsApp è stato creato nel 2009 dal trentenne Jan Koum, ora uno tra gli under 40 più ricchi al mondo.

La funzione principale di questa applicazione è la comunicazione tra diversi dispositivi e operatori, essa è infatti un’applicazione massaggistica istantanea per smartphone che consente di comunicare con sms, chiamate e videochiamate. Inoltre su WhatsApp sono presenti i messaggi vocali che ci consentono di comunicare con amici, parenti e conoscenti senza dover scrivere ma soltanto parlando.

WahtsApp è disponibile per Blackberry, Iphone, Nokia e Android. Quest’app è gratuita per un anno e funziona con connessione dati 3G o wifi.

Oggi Whatsapp ha raggiunto più di un miliardo di utenti, attenzione ai virus però …!! Ad esempio il virus chiamato Priyanka infetta se uno dei vostri contatti vi invia un’informazione di nome “Priyanka”. Le conseguenze saranno che tutti i vostri contatti si chiameranno Pryanka, crea parecchia confusione e non è facile riconoscere con chi parliamo, per sbarazzarsene basterà cancellare i dati WhatsApp.

Elia e Davide

La tecnologia ci ha cambiati?

Written By: editor05 - Feb• 27•17

Negli ultimi anni la tecnologia ha cambiato molto la comunicazione in tutto il mondo, molti non possono fare a meno di essa.  I maggiori fruitori sono adolescenti che si concentrano in videogiochi e applicazioni per cellulare come quelli della supercell e quelli della ubisoft. Spesso non ci rendiamo conto del cambiamento avvenuto nella nostra vita con l’avvento della tecnologia. Non molto tempo fa si usavano per comunicare lettere e cabine telefoniche, invece oggi la tecnologia ci offre il vantaggio di uno svago e di una comunicazione più efficiente e veloce. Il primo cellulare al mondo fu inventato da Martin Cooper, lavoratore dell’azienda Motorola nel 1973.

Avere uno dei primi cellulari inventati in casa significava essere benestanti perché all’epoca un cellulare era costosissimo, i telefoni di un tempo erano soprannominati “mattoni”per la loro forma.  In seguito si affermarono diverse aziende impegnate nella produzione di cellulari, computer, e diversi sistemi operativi. Le aziende più conosciute di questa catena di produzione sono: Apple, Sony, Samsung, Huawei, Microsoft. Alcune aziende sono diventate rivali nella produzione di sistemi operativi, per lo più cellulari, queste aziende sono disposte quasi a tutto per produrre cellulari migliori delle aziende rivali, ad esempio l’Iphone 7 , Huawei P9 e la sua prossima uscita il P10, Samsung Galaxy S7. Tra le console di gioco troviamo Play Station 4 PRO (della Sony), Xbox One (della Micrososft). Non dimentichiamo la possibilità di giocare anche con PC (personal computer) e Mac (Apple). ecc…ecc…

Rispondete al questionario e, al più presto, vi aggiorneremo sul sondaggio.

Il migliore amico …

Written By: editor02 - Feb• 21•17

L’amicizia è un sentimento di affetto reciproco, di simpatia, di solidarietà tra due o più persone. Viene intesa e percepita come un rapporto alla pari, basato sul rispetto, la sincerità, la fiducia, la stima e la disponibilità reciproca.
Il tema dell’amicizia è oggetto di testi letterali, canzoni e produzioni cinematografiche.

Il migliore amico ...

Il migliore amico/a è la persona con cui ci si sente più a proprio agio, ci si sente protetti e amati, ci si sente al centro della sua attenzione. Questo è essere amici del cuore! L’amico deve essere imparziale, obbiettivo, deve criticarci  e correggerci. Non a caso l’amicizia è la forma più alta dell’amore.

Il migliore amico/a deve farti sentire importante e speciale, deve sapere quando porgerti la spalla, deve dimostrarti che, anche se non ne dà tanta prova, per lui sarai sempre una persona unica e insostituibile. Lui ci sarà sempre per te e tu ci sarai sempre per lui, non importa la distanza, il vostro rapporto supererà di gran lunga tutte le altre amicizie perché è semplicemente lui, è quello che non è per nulla paragonabile agli altri, lui è quello che ti protegge da qualunque cosa, lui è quello alla quale importa davvero di te. E’ l’unica persona che ti chiede come stai perché gli interessa davvero.

Un consiglio 

Attenzione però, anche l’amicizia, come l’amore, prima di essere tale ha bisogno di tempo, conoscenza!
Non date troppa confidenza all’inizio, cercate di capire chi avete di fronte! Osservate  gesti, comportamenti.

Una canzone 

GIORGIA – “CHE AMICA SEI”

Che amica sei
non tradirmi mai
gli amori vanno tu resterai
Che amica sei
chiama quando vuoi
se hai bisogno di ridere un po’
Passa il tempo volando
noi aspetteremo qui
tra un segreto e l’altro
fidati di me
io mi fiderò di te
e stare ore a parlare
e raccontarsi di noi
io ti sto vicina
non sarai sola mai
Che amica sei
vuoi scappare dài
andiamo lontano,
non lo faremo mai
Che amica sei
non cambiare mai
se chiedo una mano
so che ci sei
Passa il tempo volando
noi aspetteremo qui
tra un segreto e l’altro
fidati di me
io mi fiderò di te
e stare ore a parlare
e raccontarsi di noi
io ti sto vicino
non sarai sola mai
Passa il tempo volando
noi aspetteremo qui
tra un segreto e l’altro
fidati di me
io mi fiderò di te
e stare ore a parlare e raccontarsi di noi
e stare ore a parlare e raccontarsi di noi
io ti sto vicino
non sarai sola mai
sola mai
che amica sei.

 

 

.

Anna&Sara

Il Pastafarianesimo: la religione che venera il Prodigioso Spaghetto Volante

Written By: editor01 - Feb• 13•17

[ATTENZIONE!] Questo articolo è stato scritto a puro scopo di intrattenimento. Non intendiamo offendere nessuno con queste parole. Buona lettura!

Il Pastafarianesimo (Flying Spaghetti Monsterism o Pastafarianism in inglese) è una religione creata da Bobby Henderson per protestare contro la decisione del consiglio per l’istruzione del Kansas di insegnare il creazionismo nei corsi di scienze come un’alternativa alla teoria dell’evoluzione.

Questa religione ha avuto larga diffusione su Internet riunendo molti seguaci del Prodigioso Spaghetto Volante, che si fanno chiamare pastafariani e rivendicano di essere stati toccati dalla “sua spaghettosa appendice” (in inglese His Noodly Appendage).

Dogmi

  • L’Universo è stato creato da un invisibile e non rilevabile Prodigioso Spaghetto Volante, quando questi era in preda a una marcata intossicazione alcolica (si suppone che sia questo il motivo di un Creato imperfetto).
  • Tutte le prove a sostegno della tesi evoluzionistica sono state intenzionalmente impiantate da questo essere per mettere alla prova la fede dei Pastafariani.
  • Quando sono effettuati test scientifici come il metodo del Carbonio 14 il Prodigioso Spaghetto Volante interviene modificando i risultati mediante la Sua Spaghettosa Appendice.
  • Il riscaldamento globale, i terremoti e gli uragani e gli altri disastri naturali sono conseguenza diretta della diminuzione del numero dei pirati fin dal XIX secolo. È stato fornito un grafico che prova la proporzionalità inversa tra il numero dei pirati e la temperatura globale.  Nel 2008, Henderson interpretò l’incremento delle attività piratesche nel Corno d’Africa come un’addizionale prova empirica di tale dogma, visto che la Somalia possiede il più grande numero di pirati ed è al contempo la nazione che emette la minore quantità di anidride carbonica.
  • Bobby Henderson è il “profeta” di questa religione.

Codici di Condotta

  • Le preghiere terminano con la parola “Ramen” (Il Ramen è una varietà di spaghetti giapponese).
  • I seguaci sono tenuti a indossare un vestito da pirata.
  • Il Pastafarianesimo possiede le proprie regole comportamentali (i condimenti), dettati dal Prodigioso Spaghetto Volante al Prescelto Capitano Pirata, detentore delle 8 tavole contenenti gli 8 condimenti il cui incipit è: “Io preferirei davvero che tu evitassi”

Gli otto ”Io preferirei davvero che tu evitassi”

Riporto, di seguito, i condimenti più leggeri

  • Io preferirei davvero che tu evitassi di giudicare le persone per come appaiono, o per come si vestono, o per come camminano, o, comunque, di giocare sporco, va bene? Ah, e ficcati questo nella tua testa dura: Donna = Persona. Uomo = Persona. Tizio noioso = Tizio noioso. Nessuno è meglio di un altro, a meno che non stiamo parlando di moda e, mi spiace, ma ho dato questo dono alle donne e a qualche uomo che capisce la differenza fra magenta e fucsia.
  • Io preferirei davvero che tu evitassi di assumere comportamenti che offendano te stesso, o il tuo partner. Per chiunque avesse qualcosa da obiettare, penso che l’espressione corretta sia “Andate a quel paese”, a meno che tale espressione non sia ritenuta troppo offensiva. Nel qual caso possono spegnere la TV e andare a farsi una passeggiata, tanto per cambiare.
  • Io preferirei davvero che tu evitassi di sfidare, a stomaco vuoto, le idee odiose, bigotte e misogine degli altri. Mangia, e solo dopo prenditela con gli altri.
  • Io preferirei davvero che tu evitassi di fare agli altri quello che vorresti fosse fatto a te in, ehm situazioni ambigue.

Non tutti i condimenti sono “light”… Alcuni sono più difficili da digerire perché scavano nel profondo della vita degli uomini.

Un pastafariano che si rispetti dovrebbe essere accogliente nei confronti dei seguaci di altre religioni, astenersi dall’usare la propria fede come pretesto per opprimere o sottomettere altri uomini, evitare di spendere troppo denaro per celebrare se stesso e il Prodigioso Spaghetto Volante – scegliendo di devolvere le risorse nei confronti delle persone svantaggiate – assumere un atteggiamento umile nella consapevolezza che nessun fedele è più importante di un altro.

A.F. & S.T.

Gruppo di lettura per adolescenti

Written By: editor01 - Feb• 06•17

A Zibido sono aperte le iscrizioni per il Gruppo di Lettura per Adolescenti della Biblioteca comunale.

Per tutti gli appiassionati lettori  è un’occasione per incontrarsi, in un pomeriggio scelto collettivamente, parlare e confrontarsi su un libro deciso assieme. Ci si scambieranno pensieri, idee e opinioni.

L’iscrizione è gratuita.

Clicca qui e scarica il modello da compilare e consegnare in biblioteca. Non perdere quest’occasione!

Sara & Alessia

Jean-Michel-Basquiat

Written By: editor05 - Feb• 02•17

Basquiat è un artista famoso per la sua arte astratta.

Alcuni dei suoi quadri si trovano esposti al MUDEC di Milano fino al 22/02/2017. La mostra è curata da Jeffrey Deitch e da Gianni Mercurio ed è stata promossa dal comune di Milano  e 24 ORE CULTURA, presenta lavori realizzati dal 1980 al 1987,  provenienti dalla collezione di Yoses Murgavi e da raccolte internazionali.

Basquiat è di origine afro-americana ed  è tra i protagonisti della scena Newyorkese degli anni 80’. Conosce presto un grande successo internazionale. Celebrato dalla critica e dalle quotazione che il mercato dell’arte gli attribuisce, Basquiat esordisce tracciando graffiti sui muri e firmandosi “Samo”, una parola che racchiude una sorta di filosofia Underground espressa con scritte, aforismi e poesie. Molti interpretano i suoi quadri come schizzi che anche un bambino piccolo potrebbe riuscire a disegnare. In realtà, rappresentano un mondo sospeso tra innocenza e disincanto, visionarietà e presa di coscienza sociale. L’arte di Basquiat colpisce per i colori che usa nei e il significato che egli attribuisce alle sue opere.

Alessandra B. II H

Il Giralibro: la fine è nota!

Written By: editor01 - Gen• 23•17

La Scuola Secondaria di Primo Grado di Zibido san Giacomo è iscritta al concorso ”Il Giralibro”, che promuove la lettura nelle scuole. Per partecipare bisogna scrivere un breve testo che segua la traccia data.

Per l’anno scolastico 2016/2017 è necessario scrivere una storia a piacere, in totale libertà, purché finisca con uno dei tre finali proposti.

  1. …dopo che ebbe finito di parlare, prese le sue cose e se ne andò, per non tornare mai più.
  2. …fuori continuava a piovere senza sosta, ma d’ora in poi questo non sarebbe più stato importante per loro.
  3. Aveva fatto, finalmente, quello che aveva sempre sognato, e presto tutti lo avrebbero saputo, ma non aveva paura.

I risultati vengono decretati da una giuria e i primi tre classificati, più altri selezionati, saranno premiati con libri e attestati.

Potete consegnare gli elaborati alla Prof. ssa Marra entro e non oltre il 15 febbraio.

Alessia F., Anna P., Francesco C. IIH

Escher in mostra a Milano

Written By: editor01 - Gen• 16•17

Fino al 22 Gennaio rimarrà aperta al Palazzo reale di Milano la mostra sulle opere di M. C. Escher, incisore e grafico olandese. Noi siamo andati a visitarla e ci è apparsa affascinante. Si possono osservare opere famose come ”Mano con sfera riflettente”,”Casa di scale” e ”Metamorfosi”.

Durante la mostra ci sono varie zone interattive dove è possibile scattare delle fotografie. L’esposizione si divide in sei zone, in cui sono esposte più di 200 stampe.

Il percorso parte dalla giovinezza di Escher e delle sue prime opere fino ad arrivare al suo periodo di massimo riconoscimento artistico.

Spazio Autori

– Ciò che più mi ha colpito della mostra è stata l’accuratezza delle incisioni, tutti i dettagli, anche i più piccoli come le venature del legno, ombre e luci. L’opera a mio parere più bella, invece, è Metamorfosi.   (Alessia F.)

– La mostra è molto accattivante, la cosa che mi ha stupito maggiormente è aver scoperto che Escher viaggiò moltissimo in Italia, dichiarando di avervi trascorso gli anni migliori anni della sua vita. (Edoardo M.)

Noi vi consigliamo di andare a vederla, fate ancora in tempo!

Edoardo M. e Alessia F.

L’Italiano, questo sconosciuto!

Written By: editor01 - Gen• 16•17

Sempre più spesso nel nostro paese si sentono persone, soprattutto giovani, parlare una delle lingue più affascinanti e complesse presenti sul nostro pianeta in maniera sbagliata.
Sempre più spesso congiuntivi, condizionali e regole grammaticali vengono errati e ignorati.
Sempre più spesso alcune parole della nostra lingua vengono dimenticate e cadono in disuso, venendo rispolverate solo se si incappa in esse tra le pagine di un libro, magari un’enciclopedia utilizzata per un compito scolastico.

E allora, perché non andare a scoprire queste magnifiche parole? Perché non provare a comprendere meglio l’Italiano, questo sconosciuto?
Ci sono un sacco di termini con significati che possono sorprenderci, sinonimi assurdi e strani e parole di uso comune che spesso è anche divertente riscoprire.
Quanti di voi conoscono parole desuete come vetusto, appropinquare, pedestre, alacre e sicumera?
E sono solo cinque! Cinque parole in un dizionario come cinque gocce in un oceano.

Perché l’Italiano, con la I maiuscola, ha migliaia di parole, così tante che è impossibile conoscerle tutte e noi ne usiamo normalmente solo una minima parte, circa 2000. Possono sembrare tante, ma sono veramente poche.
Il mio invito non è quello di passare la notte sul vocabolario per imparare più termini possibili, ma quello di essere curiosi nei confronti di una lingua dalle quale non smetteremo mai di imparare, la lingua della poesia e dei grandi maestri, come Dante e molti altri.

Alessia F. II H